21 gennaio 2015

Cicerone, Archita e l'amicizia

Tutti sanno che la vita non è vita senza amicizia, se, almeno in parte, si vuole vivere da uomini liberi. […] Allora è vero quanto ripeteva, se non erro, Architta di Taranto […] "Se un uomo salisse in cielo e contemplasse la natura dell'universo e la bellezza degli astri, la meraviglia di tale visione non gli darebbe la gioia più intensa, come dovrebbe, ma quasi un dispiacere, perché non avrebbe nessuno a cui comunicarla". Così la natura non ama affatto l'isolamento e cerca sempre di appoggiarsi, per così dire, a un sostegno, che è tanto più dolce quanto più è caro l'amico.

CICERONE, De amicitia

Nessun commento:

Posta un commento

Annalium Philippi Crassulli De rebus Tarentinis

Pubblico sul mio blog una interessante fonte per la storia di Taranto. Angelo Filippo Crassullo era un notaio, nato a Taranto e morto...